Aprile si chiude con il passaggio della perturbazione numero 9

0 3

Nell’analisi proposta questa mattina, relativa all’evoluzione meteorologica dei prossimi due giorni, avevamo evidenziato il passaggio di due nuclei instabili: quello che martedì 29 interesserà il Centro-Sud e quello che, in arrivo dalla Francia, mercoledì 30 arriverà al Centro-Nord per poi spostarsi sulle estreme regioni meridionali nella giornata di giovedì 1° maggio. Le ultime analisi confermano questa previsione, ma ci permettono di essere più precisi sulla tipologia di questi passaggi instabili. La famosa carta del tempo, quella delle isobare e dei sistemi frontali, individua infatti il passaggio di due linee di instabilità nel pomeriggio di domani (F1) proprio sulle regioni centro-meridionali che vedranno rovesci e temporali sparsi, al seguito della perturbazione n.8 che con il suo fronte occluso lambirà ancora il Nord Italia con qualche debole pioggia sparsa al Nord-Est (F1 e F2). Per quanto riguarda il passaggio del nucleo instabile di mercoledì, invece, si evidenza come questo sia associato ad un vero e proprio fronte freddo (F3 e F4) che si accompagnerà ad una modesta ciclogenesi in formazione sul Golfo Ligure: questa perturbazione, la n.9 ed ultima di aprile, raggiungerà le regioni meridionali nelle primissime ore di giovedì, dove si attarderà per tutta la giornata.

aprile

 

Andrea Corigliano
Andrea Corigliano

Andrea Corigliano, laureato in fisica, meteorologo e divulgatore scientifico, ha collaborato con il col. Mario Giuliacci presso il centro MeteoGiuliacci. E' stato docente di meteorologia. Collabora con l’Associazione Bernacca.

View all contributions by Andrea Corigliano

Website: https://www.facebook.com/andreacorigliano.meteorologo

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Loc. Vivaro 00040
Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000
info@associazionebernacca.it