Che mare farà? Previsioni di temperatura del mare per il prossimo tuffo

0 144

Pronti per un week-end al mare. Ma le previsioni del tempo atmosferico non vi rassicurano.

La regola d’oro è anche la più semplice da seguire: affidarsi a fonti meteo attendibili e che non

vendano previsioni a 10 giorni di distanza come certezze. La seconda regola è invece quella di

sapersi adattare: avete mai fatto il bagno in mare con un cielo coperto da nubi? (Per favore, non

in caso di temporale, correnti di vento intense e moto ondoso accentuato).

Con nubi o senza nubi, per un buon bagno, un aspetto importante è la temperatura superficiale

del mare, fino ad un metro di profondità.

Ed allora la domanda sorge spontanea: quanto calda sarà l’acqua il prossimo week-end?

Non molto calda, soprattutto a causa del vento nord occidentale che interesserà il Mediterraneo;

per cui bisognerà fare attenzione ed essere prudenti.

Alcuni valori di temperatura:
La Maddalena: tra i 21°C e i 22°C
Isola d’Elba: intorno a 24°C
Riviera romagnola: tra i 24°C e i 25°C
Liguria: intorno a 25°C

Adesso – invece di farvi l’elenco di ogni località – vi segnalo un link [http://gnoo.bo.ingv.it/mfs/

myocean/bulletin.html?mode=forecast] facilmente interpretabile, in cui troverete ogni giorno

mappe aggiornate come questa.

serena01

[Immagine dell’INGV Operational Oceanography Group; update delle 04:58 UTC 09/07/2014]

 

Per arricchire la consultazione seguite queste poche indicazioni: ogni giorno dell’anno vengono

forniti previsioni fino a 10 giorni di distanza. Le mappe presentano le medie giornaliere calcolate

in un intervallo temporale di 24 ore. Ciascuna di esse racconta le principali variabili

oceanografiche (temperatura potenziale*, salinità, velocità delle correnti, altezza della superficie

del mare, mixed layer depth) a diverse profondità (1m, 30m, 130m, 360m e 1000m). Inoltre

viene fornita una analisi dei sette giorni precedenti alla data di pubblicazione, per fare un

confronto tra i dati previsti e quelli effettivamente registrati, insieme alle sezioni verticali di

temperatura potenziale, densità, salinità e correnti in diverse zone del Mediterraneo.

serena02

[http:// gnoo.bo.ingv.it/mfs/myocean/transects.html?mode=analysis]

Si possono addirittura osservare le unità di volume

d’acqua (Sv, sverdrups) trasportate attraverso quattro

stretti nel Mediterraneo: lo Stretto di Gibilterra, il

Canale d’Otranto, il Canale di Sicilia e il Canale tra

Corsica e Sardegna.

Le previsioni oceanografiche di temperatura e correnti superficiali sono elaborate dal Gruppo

Nazionale di Oceanografia Operativa (GNOO) dell’INGV, che coordina le attività di monitoraggio

e previsione dei Mari Italiani. Fanno parte dello GNOO: USAM, IIM, CNR (ISMAR, IAMC, ISAC

e ISSIA), ENEA, OGS e CONISMA. I dettagli del modello: [http://gnoo.bo.ingv.it/mfs/myocean/

description.html]

Al prossimo articolo faremo un tuffo anche fuori dal Mediterraneo.

Ultima curiosità: vi siete mai chiesti quanto è profondo il Mediterraneo? Qui c’è la risposta:

[http://gnoo.bo.ingv.it/mfs/myocean/description.html]

A presto,

Serena Giacomin
*Temperatura Potenziale Si utilizza il concetto di temperatura potenziale per rimuovere l’influenza della
compressibilità dalle misure di temperatura. La differenza tra la temperatura e la temperatura potenziale è
comunque trascurabile al di sopra del 1000 metri di profondità.

Serena Giacomin
Serena Giacomin

Serena Giacomin, meteorologa, laureata in fisica dell’atmosfera e meteorologia con master in energie rinnovabili. Ha lavorato per Classmeteo come autrice e conduttrice TV della rubrica scientifica PROMETEO su ClassTV. Dopo anni di esperienza nel campo della divulgazione scientifica televisiva e multimediale dal 2015 lavora per il Centro Epson Meteo. Collabora con l’Associazione Bernacca.

View all contributions by Serena Giacomin

Website: http://www.meteo.it/

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Loc. Vivaro 00040
Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000
info@associazionebernacca.it