che tempo fa

Il tempo di Pasqua e l’insegnamento di Andrea Baroni

0 59

Dieci giorni alla Pasqua. Non è il titolo di un impolverato film western e nemmeno di un thriller orchestrato dalla maestria di Hitchcock. E’ solo una data che cade tra poco più di 200 ore. Voi sapete cosa farete esattamente tra 200 ore? Ovviamente no. Così è anche per il tempo che deve ancora plasmare da qualche parte sulla faccia della Terra l’embrione di quello che sarà il tempo del giorno di Pasqua.

Eppure c’è più di qualcuno che pretende già di sapere tutto; pioggia, vento e temperature, tutto. Ci farebbe comodo se fosse vero, tuttavia se il folclore lo consente, la scienza ce lo impedisce. Ad oggi NON si può conoscere il tempo che farà a Pasqua, mentre possiamo iniziare a tracciare quello che farà nel weekend precedente, quello delle Palme.

Parrebbe una osservazione attuale, eppure tutti gli anni l’episodio si ripete, quasi scontato, come se volesse rispettare con svizzera puntualità una vera e propria tradizione. Ne consegue che un campo minato come quello delle previsioni meteorologiche, già martoriato di suo, diventa un vero e proprio banco di prova per modelli, previsori e appassionati. Pensate che persino grandi personaggi del calibro di Andrea Baroni, sono inciampati sul tempo delle Pasqua. Erano certamente altri anni, tuttavia le scuse in diretta al TG1 per aver previsto sole anzichè pioggia in una lontana Pasqua degli anni ’80, ha fatto di lui un maestro anche in deontologia e classe, oltre che in Meteorologia.

Oltre 30 anni sono passati, la tecnologia ha rivoluzionato la catena previsionale, le comunicazioni, la potenza dei calcolatori, la gittata delle previsioni, è cambiato anche il clima pensate, ma il tempo della Pasqua no; lui rimane sempre là in bilico sul filo del rasoio, come un alpinista in equilibrio precario sull’abisso, come un surfista nei brevi istanti che gli permettono di cavalcare l’onda.

Ma se il progresso tecnologico non è stato proporzionale ai risultati ottenuti, è per via della nota teoria del caos deterministico firmata da Lorenz, non certo per l’incapacità di chi porta a termine tutti i giorni dell’anno il difficile e poco remunerato mestiere di previsore. Un curriculum annuale di 330 previsioni corrette, al netto di 30 giorni di ferie, fanno 5 giorni l’anno di previsioni sbagliate, dei quali 2 solo nei giorni di Pasqua e Pasquetta.

Vallo a spiegare agli albergatori, vallo a spiegare agli operatori degli sport invernali, vallo a spiegare all’immensa platea di lettori, ascoltatori, telespettatori, magari anche qualche milione, pronta a lanciare uova e pomodori per non aver previsto l’unico temporale sfuggito alle maglie d’indagine dei modelli, ma che magari ha allagato mezza Roma, proprio nel giorno dedicato alla tradizione della grigliata fuori porta.

E allora, cari lettori, se qualcuno vi dice di sapere già che tempo farà a Pasqua, non dategli ascolto anzi, diffidate di ciò che racconta anche in altri ambiti, non solo nel meteo. E se non verremo capiti, pazienza; da leggi perfette si cadrà comunque in risultati finali approssimati, con buona pace dei geni di ieri, di oggi e di domani.

Luca Angelini

Luca Angelini
Luca Angelini

Naturalista, ha lavorato come previsore presso il sito MeteoLive.it, collabora come redattore per l'Associazione Meteonetwork e con l'Associazione Bernacca di cui è socio.

View all contributions by Luca Angelini

Website: http://meteobook.it/

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Località Vivaro 00040 Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000 info@associazionebernacca.it