Impulsi instabili a ripetizione: l’Atlantico potrebbe dominare anche ad inizio agosto

0 21

Osservando l’evoluzione sinottica prevista per fine luglio e per i primi giorni di agosto, sembra che l’estate voglia proseguire all’insegna di una marcata instabilità che sarà molto probabilmente alimentata dall’arrivo, sul Mediterraneo, di nuovi impulsi di aria fresca di origine nord atlantica. Il campo di altezza di geopotenziale alle medie quote troposferiche continua infatti a mantenersi su valori bassi per il periodo ed il continuo apporto di aria più fresca rappresenta certamente un deterrente per l’avvio di una fase più stabile e duratura, come dovrebbe accadere in questo periodo secondo la climatologia. Data la posizione insolita che sta assumendo l’Anticiclone delle Azzorre, ben defilato in aperto Oceano Atlantico, questa situazione è destinata a rimanere attiva, probabilmente almeno fino all’inizio del prossimo mese. In particolare, entro la fine di luglio potrebbero essere due gli impulsi instabili che attraverseranno l’Italia: il primo, atteso tra sabato 26 e domenica 27, sarà ancora legato alla vecchia circolazione depressionaria che negli ultimi giorni si era isolata sulla penisola balcanica e che, complice la presenza di una zona di ALTA sulla Scandinavia, si è mossa con moto retrogrado verso l’Europa centrale esponendo così nuovamente la nostra penisola a correnti instabili di provenienza sud-occidentale. Il secondo impulso, probabilmente più organizzato, potrebbe invece transitare tra martedì 29 e giovedì 31, quando la vecchia circolazione ormai morente sarà probabilmente agganciata dalla discesa di una saccatura in arrivo dalle Isole Britanniche: alcuni scenari deterministici, propendono per un’evoluzione a “goccia fredda” sul Nord Italia di tale configurazione, ma vista la distanza temporale a cui ci stiamo spingendo è doveroso ancora aspettare prima di sciogliere la prognosi. Indipendentemente da quella che potrebbe essere l’evoluzione più probabile di questa struttura moderatamente perturbata per la stagione, resta comunque il fatto che luglio passerà molto probabilmente le redini ad agosto mantenendo inalterato il segnale atmosferico dominante di questa estate. Ad oggi, appare infatti molto significativa la previsione media di ensemble calcolata dal modello europeo ECMWF per i primi giorni del nuovo mese: la posizione troppo ad ovest dell’Anticiclone delle Azzorre lascerà probabilmente ancora campo libero alle correnti nord atlantiche che potrebbero riguadagnare latitudini meridionali ed entrare così sul Mediterraneo assumendo ancora una componente di moto ciclonica. Avremo modo di seguire meglio l’evoluzione nei prossimi giorni.

prossimi giorni agosto

Andrea Corigliano
Andrea Corigliano

Andrea Corigliano, laureato in fisica, meteorologo e divulgatore scientifico, ha collaborato con il col. Mario Giuliacci presso il centro MeteoGiuliacci. E' stato docente di meteorologia. Collabora con l’Associazione Bernacca.

View all contributions by Andrea Corigliano

Website: https://www.facebook.com/andreacorigliano.meteorologo

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Località Vivaro 00040 Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000 info@associazionebernacca.it