Mercoledì qualche temporale su Alpi e Triveneto, poi un po’ meno caldo

0 76

SATUn doveroso aggiornamento inerente l’evoluzione dell’ondata di calore che sta interessando l’Italia con la possibile linea di tendenza successiva.

L’analisi del campo di geopotenziale di 500hPa (5.500m, figura in basso) mette in evidenza che nei prossimi giorni flusso perturbato atlantico è previsto scendere di latitudine quel tanto da permettere l’inserimento di aria oceanica più temperata, con in testa la coda della perturbazione n.1 (immagine satellitare in alto) pronta a pilotare una scia temporalesca su Alpi e Triveneto già tra domani sera e mercoledì 8, e a proseguire verso le zone interne e appenniniche della Penisola nei giorni successivi, in particolare tra giovedì 9 e sabato 11.

A seguire i campi di alta pressione non si estingueranno, ma arretreranno verso il basso Atlantico, disegnando la più moderata figura anticiclonica delle Azzorre, alimentato in quota dalle correnti un uscita dalla depressione in via di formazione sul nord Atlantico (perturbazione n.2 nell’immagine satellitare).

quotaLe conseguenze? Anzitutto un benefico calo delle temperature, che si riporteranno di temporaneamente su valori prossimi alla media del periodo, poi un calo del tasso di umidità che renderà l’aria senz’altro più respirabile per la cessazione delle condizioni di afa (vedi Val Padana e valli interne del centro). Saranno da mettere in conto anche temporali sui rilievi montuosi, con qualche sconfinamento anche sulle zone di pianura, in modo particolare quelle padane centro-orientali. Su questi settori non si esclude la possibilità di fenomeni violenti.

E dopo? Qualcuno avrà notato che abbiamo sottolineato il rientro delle temperature nella media per qualche giorno. Ebbene le elaborazioni probabilistiche d’ensemble ci suggeriscono un nuovo rialzo intorno alla metà del mese (o poco prima), ma con scarti non superiori a 2-3°C, e , per di più, inseriti in un contesto di maggiore dinamicità. Ma questo ulteriore evoluzione verrà trattata nei successivi aggiornamenti.

Luca Angelini

Luca Angelini
Luca Angelini

Naturalista, ha lavorato come previsore presso il sito MeteoLive.it, collabora come redattore per l'Associazione Meteonetwork e con l'Associazione Bernacca di cui è socio.

View all contributions by Luca Angelini

Website: http://meteobook.it/

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Località Vivaro 00040 Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000 info@associazionebernacca.it