Meteo-bufale; il freddo annunciato per fine mese è sparito nel nulla

0 58

Sempre tagliando indirizzi e nomi per non fare pubblicità ai venditori di‪#‎meteobufale‬, questi erano alcuni titoli sparati sul web una decina/quindicina di giorni fa (esattamente fra il 12 ed il 16 di novembre), ad accompagnare articoli di fantameteorologia che ipotizzavano per gli ultimi giorni del mese (cioè i prossimi, da qui a domenica) una decisa irruzione fredda, con consegente calo delle temperature che si dovevano portare su valori di stampo prettamente invernale, accompagnate dalla possibilità (dicevano alcuni di questi articoli) di neve a quote basse, fino ai 200-400 metri sul livello del mare su alcune regioni.
E’ bastato digitare “fine novembre freddo” su google per trovarli, vi ho selezionato i primi tre che ho trovato in lista, ce n’erano anche altri, quanti ne volete. Ed erano basati sul fatto che alcuni modelli numerici elaborati dai grandi centri di calcolo (liberamente disponibili in rete, quindi chi vi spaccia scoop o informazioni esclusive sta clamorosamente bluffando, sappiatelo), effettivamente, sembravano indicare questa linea di tendenza sul lungo termine. Peccato che, come sanno ormai anche i bambini, tali elaborazioni sul lungo periodo sono affette da una incertezza talmente elevata da perdere di senso, e quindi da non poter essere prese in considerazione per essere divulgate alla gente e spacciate per “previsioni” (un altro paio di maniche è chi le studia per scopi di ricerca e sviluppo, ma quelle sono persone serie che non ci fanno speculazioni mediatiche sopra).
L’altra immagine che vi propongo, vedi tu, è la situazione che sta concretamente prendendo forma per il prossimo week-end, ovvero per i giorni in questione: detto in parole povere, una poderosa sciroccata, capace di regalarci un fine settimana a dir poco mite su tutta Italia, con temperature ovunque ben al di sopra della norma del periodo, sia nelle minime notturne che nelle massime diurne. Sulle zone alpine in cui al momento appaiono probabili precipitazioni (segnatamente quelle occidentali), il limite delle nevicate, dagli iniziali 1500-1700 metri dei giorni precedenti, si annuncia in salita al di sopra dei 2000 metri (in effetti la previsione di cui sopra era giusta, c’era solo uno zero in meno).
Questa è solo l’ennesima dimostrazione della esilarante affidabilità delle previsioni a 10-15 giorni. Poi prima o poi, come statisticamente è normale che capiti anche tirando ad indovinare che da un mazzo di 52 carte uscirà il quattro di fiori (c’è pur sempre il 2% di probabilità), finisce che – a forza di provare e riprovare a lanciare meteobufale in pasto al popolo – arriva la situazione in cui ci si indovina… e della quale ovviamente ci si gloria e ci si pavoneggia, facendo finta di dimenticare tutti i precedenti tentativi andati a male in cui, invece, si era pescato dal mazzo il classico… due di picche.
Dai giocate anche voi, che tempo farà a Natale e Capodanno? E per il ponte dell’Epifania? Ancora cinque minuti per le puntate, rien ne va plus.

Filippo Thiery

Filippo Thiery
Filippo Thiery

Filippo Thiery meteorologo, laureato in fisica, lavora presso la Protezione Civile ed è il volto della rubrica meteo di Geo & Geo; svolge docenze universitarie. Collabora con l’Associazione Bernacca.

View all contributions by Filippo Thiery

Website: http://www.meteoroma.it

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Località Vivaro 00040 Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000 info@associazionebernacca.it