NEVE e GELO con -10°C a Napoli?!? L’ultima ‘frontiera’ del meteo-pattume…

0 140

Ci risiamo.

aaaantneveLa vergogna non conosce limiti, dice un vecchio proverbio. Anche quest’oggi, complice il lasso di tempo da dedicare all’informazione, ho avuto l’infausta idea di dare uno sguardo alle testate giornalistiche online presenti sul web… Non è che sia rimasto sorpreso più del dovuto ma, ahimè, ho potuto constatare che la fama della disinformazione riesce a spalmarsi con risultati sempre più soddisfacenti, da nord a sud della nostra Penisola. Le settimane che precedono l’arrivo della stagione invernale, come spesso accade da qualche anno, divengono terreno di conquista di triviali divulgatori di chimere che quotidianamente sottraggono, ahinoi, dignità alla Meteorologia. E’ fin troppo facile rendersi conto che tanti, troppi, siti meteo e quotidiani online, oggigiorno, sono improntati al sensazionalismo ed allo scoop. E’ fin troppo evidente la voglia e la necessità di far notizia, di “istigare” i nostri cybernauti al click “barbaro”. Questo genere di giornalismo sensazionalistico estrae dal fatto, dalla notizia, la sua carica emotiva, provocatoria e la esalta.

E’ difficile per gli amanti della Meteorologia, quella vera, abituarsi ad un modo di fare “giornalismo scientifico” che, purtroppo, travalica ogni minima forma di rispetto nei confronti di persone che hanno dedicato una vita intera a studiare, interpretare e divulgare questa scienza meravigliosa con garbatezza ed umiltà.

Sul prossimo inverno è già stato scritto tutto – afferma il meteorologo Andrea Coriglianoe negli ultimi mesi siamo infatti stati tempestati dalla notizia del gelo apocalittico, della neve a Roma ed a Napoli e delle temperature glaciali di -30, di -18 e di -20 °C in Val Padana che hanno un po’ fatto il giro del web. Nel corso dei prossimi giorni avremo sicuramente altri aggiornamenti di questa “previsione”, a seconda di quale numero sarà estratto da un’urna rigorosamente siberiana. Guarda caso, tutti gli anni è sempre la solita storia: non c’è inverno che passi e che con mesi e mesi di anticipo non si cominci a parlarne prevedendolo sempre allo stesso modo. Gelido e nevoso. Per poi scusarsi, a marzo, dicendo che le previsioni stagionali sono quelle che sono e che vanno prese con le molle in quanto sperimentali“. “Anche l’anno scorso, di questi tempi,  – conclude Andrea Coriglianocircolava la notizia che saremmo andati incontro all’inverno più freddo degli ultimi 100 anni, quando poi sappiamo invece come è andata a finire“.

Ora non ci resta che attendere, con “immutata” fede , anche la ‘GRANDE NEVICATA’ che, come promesso un quotidiano online, andrà ad imbiancare Napoli con temperature prossime ai -10°C.

Factum est illud, fieri infectum non potest!

Angelo Ruggieri

Angelo Ruggieri
Angelo Ruggieri

Angelo Ruggieri giornalista, per MeteoWeb.eu dove svolge attività redazionale. E’ presente nei collegamenti meteo di diverse televisioni locali abruzzesi. E’ socio dell’Associazione Bernacca.

View all contributions by Angelo Ruggieri

Website: http://www.meteoweb.eu/

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Località Vivaro 00040 Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000 info@associazionebernacca.it