Previsioni incerte, come imparare a gestirle – Luca Angelini

0 120

incerto1L’esempio di questi ultimi giorni ci offre lo spunto per una importante osservazione riguardo l’incertezza delle previsioni meteorologiche. Le previsioni non sono tutte uguali. Guardate quelle per la fine di marzo: quanta incertezza a sole 48 ore di distanza! Non la prendiamo come una sconfitta della scienza, bensì come un’ottima occasione per tastare con mano la componente caotica dell’atmosfera e saperla gestire in modo ottimale.

Osservate le due figure proposte: in alto, 20 previsioni del campo di altezza geopotenziale di 500hPa per venerdì 1 aprile raggruppate con il noto metodo probabilistico di ensemble: la modellistica numerica risolve lo stato futuro dell’atmosfera applicando le leggi della fisica tuttavia, non potendo calcolare la componente caotica (che per definizione non segue un ordine e si esplica in modo del tutto casuale) riesce male dove quest’ultima è più influente, nel tal caso entro il cerchio nero con il punto di domanda.

Guarda caso, quel punto è proprio quello dove dovrebbe staccarsi dalla saccatura nord-atlantica il vortice di bassa pressione destinato ai nostri mari di ponente. Salta subito all’occhio infatti la mancata sovrapposizione degli attrattori (gli spaghetti), come invece avviene negli altri settori della carta.

incertoQuesto gap si proietta poi in maniera esponenziale (perchè è questo l’andamento della curva di errore dovuta al procedimento) nella mappa successiva, quella riferita alla giornata di sabato: guardate al momento quante diverse soluzioni calcola il modello: quale sarà quella corretta? La n.1 (nessuna pioggia sull’Italia), oppure la n.2 (qualche pioggia su Piemonte e Ponente ligure). E se fosse la n.3 (piogge in Sardegna) piuttosto che la n.4 (piogge su gran parte del centro-nord?). Oltre a queste 4 ipotesi ce ne sono altre 3 evidenziate in colore (fino alla n.7), poi altre 13 che non ho evidenziato per non appesantire troppo la figura.

Insomma che fare? Chi vincerà? I lettori chiedono lumi (giustamente) ma queste situazioni manterranno sino alla fine un ampio margine di incertezza. 

Ora, chiarito questo, cari amici e lettori, vi anticipo che quella per le giornate di venerdì, sabato e domenica sarà una previsione molto difficile. Sarà una previsione che, seppur condotta nel migliore dei modi, manifesterà comunque un’alta probabilità di errore, soprattutto se intenderemo inoltrarci in dettagli locali. Sarà pertanto una previsione da cogliere con tutte le cautele del caso

Luca Angelini

Luca Angelini
Luca Angelini

Naturalista, ha lavorato come previsore presso il sito MeteoLive.it, collabora come redattore per l'Associazione Meteonetwork e con l'Associazione Bernacca di cui è socio.

View all contributions by Luca Angelini

Website: http://meteobook.it/

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Località Vivaro 00040 Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000 info@associazionebernacca.it