Primi freddi e prime piogge in arrivo, parte l’autunno

0 60

prec4In meteorologia, quando si parla di una massa di aria fredda in arrivo, si intende che quella massa d’aria ha una temperatura inferiore a quella della massa d’aria che ci sta interessando. In altre parole, se ci sono 35 gradi e arriva una massa d’aria di 25 gradi, in meteorologia quella è aria fredda, il che come avrete notato, può non corrispondere necessariamente alla nostra sensazione fisica.

Detto questo, andiamo allora ad esaminare quanta aria fredda entrerà sull’Italia nei prossimi giorni, quanto potrebbe durare e se questa situazione potrà anche portare precipitazioni.

L’asse della saccatura che contiene l’aria fredda discesa dal Polo si posizionerà al traverso dell’Europa centrale, ponendo il suo asse a nord dell’arco alpino. In questo modo le regioni che risentiranno maggiormente del calo di temperatura saranno quelle settentrionali e quelle del medio versante adriatico (4-6°C sotto la media nella fase di picco intorno all’11-13 ottobre). Faccio notare che gli impulsi di aria fredda saranno due, un primo già in fase di irruzione (leggi venti di Bora e Tramontana), il secondo atteso nei primi giorni della prossima settimana. Le regioni che risentiranno meno di queste condizioni saranno la Sardegna nella prima fase (temperature 2-3°C sopra la media), la Calabria e la Sicilia (temperature in risalita un paio di gradi sopra la media da venerdì 7). Tutti gli altri si troveranno nel mezzo.

anomalie-temperature-10-ottobreArriveranno precipitazioni? Una rapida passata di maltempo tra giovedì sera e venerdì su Sardegna e regioni centro-meridionali. Dopo una pausa, più o meno in corrispondenza del weekend (più che altro sabato), altre nubi e precipitazioni confluiranno sull’Italia a partire da domenica, con diversi altri episodi che seguiranno nel corso della prossima settimana. Sulle cime delle nostre montagna potranno anche aversi le prime spruzzate di neve della stagione. Orientativamente gli accumuli piovosi previsti sono rappresentati nella carta qui a fianco.

Quanto potrebbe durare questo afflusso freddo o comunque la fase perturbata, per quanto altalenante? Le indagini d’ensemble ci suggeriscono un target compreso tra la fase attuale e la metà di ottobre circa, durante la quale sarà autunno conclamato.

Luca Angelini

Luca Angelini
Luca Angelini

Naturalista, ha lavorato come previsore presso il sito MeteoLive.it, collabora come redattore per l'Associazione Meteonetwork e con l'Associazione Bernacca di cui è socio.

View all contributions by Luca Angelini

Website: http://meteobook.it/

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Loc. Vivaro 00040
Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000
info@associazionebernacca.it