Provvidenziale tregua anticiclonica… ma attenzione alle nebbie

0 24

Buone notizie, finalmente, per ciò che concerne l’evoluzione del tempo nel corso dei prossimi giorni. Sta per arrestarsi, infatti, il treno di perturbazioni atlantiche responsabili del severo maltempo delle ultime settimane. Il ritorno dell’Alta Pressione, atteso già domani su gran parte della nostra Penisola, mai come stavolta è da accogliersi con estrema compiacenza. Una benefica tregua del tempo soprattutto per le zone colpite dagli eventi alluvionali, ore preziose per permettere a torrenti, fiumi e laghi di “alleggerire” i loro carichi d’acqua.

Fino a ieri l’obiettivo principale degli impulsi perturbati atlantici era il Mediterraneo centro-occidentale: da domani, invece, lo scivolamento molto rapido di aria molto fredda d’origine polare verso l’arcipelago delle Azzorre, favorirà la risposta dinamica dell’Anticiclone Subtropicale di matrice Nord-Africana dapprima verso la penisola Iberica ed in seguito in direzione del Mediterraneo centro-occidentale e parte dell’Europa centrale. Si aprirà così un periodo di tempo maggiormente stabile sulle nostre regioni, a partire dalle giornate di mercoledì 18 e giovedì 19 novembre. Figura anticiclonica che ripristinerà condizioni di tempo stabile e soleggiato su buona parte della nostra Penisola, almeno fino alla giornata di domenica 23.

aaMSLP-500mbTemp78_gfs
C’è da considerare, però, anche il rovescio della medaglia… Anticiclone, infatti, non è sempre sinonimo di bel tempo, specialmente durante i mesi cosiddetti più freddi. L’incremento barico, difatti, assicura una maggiore stabilizzazione atmosferica ma, a causa del fenomeno dell’inversione termica (dovuto ai cieli pressappoco sereni) e la conseguente stagnazione dell’umidità nei bassi strati, saranno foschie e banchi di nebbia a farla da padrone, specie di notte e di primo mattino lungo le pianure e le vallate Centro-Settentrionali. Laddove non sarà “operante” la nebbia, potremo osservare la presenza di nubi marittime la cui genesi è favorita dallo scorrimento di aria relativamente mite sulla superficie dei nostri mari.

Secondo gli ultimi aggiornamenti modellistici, già dalla serata di domenica non sarebbero da escludere le prime nubi accompagnate dai primi deboli fenomeni sulle regioni Nord-Occidentali, cenno di un nuovo imminente cambiamento ancora “firmato” Atlantico. Vista la distanza temporale dall’evento vi consigliamo di seguire tutti gli aggiornamenti che non mancheremo di fornirvi.

Angelo Ruggieri

Angelo Ruggieri
Angelo Ruggieri

Angelo Ruggieri giornalista, per MeteoWeb.eu dove svolge attività redazionale. E’ presente nei collegamenti meteo di diverse televisioni locali abruzzesi. E’ socio dell’Associazione Bernacca.

View all contributions by Angelo Ruggieri

Website: http://www.meteoweb.eu/

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Località Vivaro 00040 Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000 info@associazionebernacca.it