Verso luglio con un po’ di caldo al nord e qualche temporale di passaggio in montagna

0 72

cartaFacendo seguito a quanto anticipato qualche giorno fa in questo approfondimento, vogliamo in questa sede tornare sul tema del momento: il caldo di inizio luglio.

COMMENTO SINOTTICO: le correnti temperate atlantiche sfilano ad alto indice zonale (da ovest verso est) dall’oceano verso l’Europa centrale, dove poi sono costrette a frenare e quindi ad ondulare vistosamente lungo i meridiani a causa di un blocco anticiclonico presente sulla Russia. Tale sviluppo tenderà a propagarsi nei prossimi giorni in retroazione dinamica (da est verso ovest), disegnando così due nuovi soggetti sinottici: una nuova ansa anticiclonica tra il nord Africa e il comparto occidentale europeo, e uno ciclonico sul vicino Atlantico. L’Italia si troverà lungo il bordo orientale dell’anticiclone nord-africano, il cui picco di calore associato si conferma pertanto decentrato (ad ovest) rispetto al nostro Paese. Il caldo in altre parole, passerà dall’Africa all’Europa attraverso la via terrestre più breve, quella dell’asse franco-iberico.

ONDATA DI CALORE: per quanto sopra esposto, nel corso della prossima settimana è previsto un rialzo delle temperature al di sopra della media stagionale essenzialmente sulle nostre regioni settentrionali, sull’alto versante tirrenico e in parte anche sulla Sardegna. Considerata la posizione dell’asse di promontorio, lo scarto termico medio, che emerge anche dalle elaborazioni probabilistiche, suggerisce per queste regioni, nella prima settimana del nuovo mese, un’ondata di caldo di moderata entità (in relazione al periodo), con picchi massimi fino a 33-35°C su alcuni settori della pianura Padana e dell’immediato entroterra toscano. Aggiungiamo che, per lo stesso periodo, NON è prevista alcuna ondata di calore sul resto delle regioni centrali peninsulari e su quelle meridionali, Sicilia compresa.

QUALCHE TEMPORALE POSSIBILE SU…: a cavallo del flusso in quota, che sui cieli italiani sarà disposto da nord-ovest, scorreranno di tanto in tanto deboli disturbi legati ad altrettante modeste ondulazioni della tropopausa, con pacchetti di aria fresca di passaggio, che potranno sfociare in qualche spunto temporalesco di breve durata. Tra questi menzioniamo i fenomeni possibili sul Triveneto nella sera di sabato 27 e nel pomeriggio di domenica 28 giugno sull’Appennino meridionale. Altra disturbance, legata a possibili isolati temporali, sembra insidiare temporaneamente il dominio dell’alta pressione tra il 3 e il 4 luglio, argomento che sarà senz’altro ripreso da questo Sito nel corso dei prossimi giorni.

Luca Angelini

Luca Angelini
Luca Angelini

Naturalista, ha lavorato come previsore presso il sito MeteoLive.it, collabora come redattore per l'Associazione Meteonetwork e con l'Associazione Bernacca di cui è socio.

View all contributions by Luca Angelini

Website: http://meteobook.it/

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Associazione Edmondo Bernacca Onlus
Via Lazio, 14 Località Vivaro 00040 Rocca Di Papa (RM)
P.I. 09202051000 info@associazionebernacca.it